Come arrivare primi su Google: guida alle migliori tecniche

Come arrivare primi su Google: guida alle migliori tecniche

4 Ottobre 2021 By syrus

La strategia che da sempre le imprese adottano per attirare nuovi clienti è quella di mostrarsi il più completamente possibile al pubblico. Se prima ci si basava sul passaparola o su strategie pubblicitarie come il volantinaggio o l’inserzione sul quotidiano, ora è possibile dare visibilità all’azienda semplicemente utilizzando un computer. Calcolando che un utente medio passa dalle 7 alle 8 ore online, comparire nelle prime posizioni nella Ricerca Google ti aiuterà a trovare potenziali clienti ed ad offrire una vetrina virtuale della tua attività. 

Google My Business

In un mondo che si basa molto sulle impressioni, sappiamo quanto l’apparenza sia fondamentale per raggiungere popolarità e per farsi conoscere.

Questo strumento di Google ti offre la possibilità di creare un’immagine per la tua attività in modo completamente gratuito e personalizzabile. Permette di creare una vera e propria carta d’identità per il tuo business grazie alle quale gli utenti potranno sapere le informazioni più importanti per raggiungerti o contattarti. Puoi aggiungere orari, foto e attributi che ti caratterizzano in modo che i potenziali clienti sappiano come trovarti e cosa aspettarsi.

Anche la comunicazione e l’interazione con gli stessi viene facilitata tramite la pubblicazione di post, le recensioni e la possibilità di messaggiare.

Quindi se hai un attività fisica, o a maggior ragione online, nel 2021 è un’occasione più che ghiotta quella offerta da Google, vista anche la facilità di gestione che offre. Noi ci siamo già dentro da molto, tu sei pronto al cambiamento?

Migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca

Il web può sicuramente darci un grande impulso alla crescita ma allo stesso tempo affinché succeda le informazioni in Google My Business devono essere accurate, coinvolgenti e complete. I risultati nella ricerca infatti si basano su 3 fattori: 

  • pertinenza, aggiungere informazioni dettagliate permetterà a Google di capire cosa offri ed indirizzare i giusti clienti verso la tua attività.
  • distanza, fondamentale per suggerire al potenziale compratore chi offre quel determinato servizio vicino a lui.
  • evidenza, uno dei tasselli fondamentali. La notorietà come nel mondo reale gioca un ruolo fondamentale e quindi più saranno le recensioni e le valutazioni positive migliore sarà il posizionamento. 

Se si riuscirà a sfruttare la combinazione di questi 3 elementi che determinano l’algoritmo di ricerca si potrà riuscire ad apparire nella tanto ambita prima pagina .

Google rilascia periodicamente degli aggiornamenti sui criteri di classificazione ed è quindi consigliato di monitorarli ed aggiornare il sito in base alle nuove indicazioni. Google invia ai proprietari di siti dei promemoria per avvisarli che è in arrivo un cambiamento, poi sta agli stessi aggiornare il contenuto affinché risulti ancora valido per il motore di ricerca. 

Creare contenuto di qualità per Google

Google non lascia trasparire i criteri con cui valuta i siti ma le domande riportate di seguito possono aiutarvi a creare contenuti di qualità e a farvi un idea di come vengono giudicati per il posizionamento nel ranking:

1- Vi fidereste delle informazioni presentate nell’articolo?

2- L’articolo è stato scritto da un esperto o appassionato che conosce bene l’argomento o fornisce solo un infarinatura generale ?

3- Il sito contiene articoli duplicati o che trattano argomenti simili?

4- Fornireste tranquillamente alcuni vostri dati sensibili?

5- L’articolo contiene errori ortografici e le fonti a cui fa riferimento sono affidabili?

6- L’articolo fornisce contenuti o informazioni, rapporti, ricerche o analisi originali?

7-Quanto la pagina è utile rispetto alle altre pagine visualizzate nei risultati di ricerca?

8- L’articolo tratta diversi punti di vista su un argomento?

9- Il sito è considerato un’autorità riconosciuta in merito all’argomento che tratta?

10- L’articolo è stato sviluppato bene o sembra essere realizzato senza alcuna cura?

 
Bisogna quindi immedesimarsi prima nell’utente, rispetto anche al motore di ricerca, cercando di strutturare nel giusto modo un contenuto che sia di facile fruizione e allo stesso tempo ricco di informazioni . La parte grafica anche gioca la sua parte e non deve distrarre l’utente ma bensì invogliarlo ancora di più a compiere l’azione per cui è arrivato nel sito. L’insieme di tutti questi accorgimenti porterà Google a distinguere i siti di qualità più elevata da quelli di qualità inferiore.

Ovviamente anche le inserzioni giocano la loro parte e se combinate a queste strategie nel modo adeguato grazie all’ aiuto di esperti, come nel caso di Syrus, possono portare al successo del tuo sito.