Site icon Syrus Industry

Indicizzare un sito

Search engine home page

Search engine home page

Indicizzare un sito

La presenza online è sicuramente uno dei requisiti fondamentali per un’attività nell’era moderna. Ma non bisogna limitarsi a questo e constatare se il proprio sito viene indicizzato dal motore di ricerca. Attenzione a non fare confusione tra indicizzazione e posizionamento perché corrispondono a due fasi e concetti completamente differenti:

L’indicizzazione è quindi il processo che sta a monte di tutto il progetto e il primo su cui lavorare per creare un progetto che risulti veramente efficace.

Indicizzare un sito su Google

Google per arrivare a fornire i giusti risultati per la query dell’utente scansiona ripetutamente il web per cercare di fornire risultati che siano utili ai fini dell’utente. La scansione viene effettuata da dei bot che attraverso il crawling analizzano le catene di hyperlinks e forniscono al motore di ricerca nuovi contenuti inerenti. Googlebot è il software che la compagnia americana utilizza per il processo di crawling globale e per cercare di trovare nuovi contenuti da indicizzare. 

Google fornisce dei suggerimenti utili al fine di un indicizzazione corretta e conforme alle sue norme di ricerca.

Il contenuto ha un peso importante in quest’ottica e in particolare se ci riferiamo alla home page. È importante in primis fornire informazioni utili per il lettore e poi saperle dividere nelle diverse pagine inserendo parole chiave che potrebbero essere digitate dagli utenti per raggiungere il sito.

La reputazione del sito è allo stesso modo un aspetto rilevante per il search engine. Contribuiscono alla reputazione di una sito i famosi link; più link naturali conducono al tuo sito maggiore sarà la considerazione dello stesso da parte di Google in fase di ricerca. I link naturali vengono creati attraverso il processo classico del web, quando un altro sito reputa i tuoi contenuti veritieri e interessanti tanto da fornirli come fonte.

Google riesce a distinguere questi link da quelli “spam” pensati solamente per l’ottimizzazione del sito nei motori di ricerca.

A tutto questo va sommata l’accessibilità, ogni pagina deve essere raggiungibile da almeno un link.

Per farti un’idea su come viene visualizzato il sito e sui problemi in fase di scansione è sempre possibile utilizzare Lynx, un browser web testuale.

 

Consigli e istruzioni generali

Ci sono delle istruzioni da seguire se si vuole permettere a Google di trovare, indicizzare e posizionare il tuo sito.

Seguirle è importante per evitare che il sito, utilizzando pratiche illecita, venga rimosso dall’indice Google e quindi dai risultati. 

 
Per aiutare il motore di ricerca a trovare le tue pagine è sempre importante il ruolo dei link. Ovviamente un abuso di link viene penalizzato ma fornire un file Sitemap contenente i collegamenti alla pagine importanti del tuo sito può essere utile al browser.

Per una buona indicizzazione e per aiutare il motore di ricerca a comprendere le tue pagine devi focalizzare l’attenzione sulle informazioni fornite. Devono essere chiare, ben distinte e organizzate in modo gerarchico.

Per testare se il contenuto del tuo sito viene appreso completamente da Google è possibile usare dei bot che una volta scansionato, possono aiutarti ad evidenziare dei punti da migliorare monitorando il comportamento dell’utente.

Semplificare l’utilizzo delle pagine per arrivare ad un’esperienza dell’utente ottima è l’ultimo passa da compiere. Progetta un sito che sia veloce, adattabile a diversi dispositivi e browser e rendi la connessione protetta tramite il protocollo HTTPS. 

Anche in questo caso l’utente deve essere al centro del progetto e immedesimarsi nei suoi panni è sempre utile per la creazione di un sito web unico nel tuo campo.

Exit mobile version